Lo spavento prima della festa: il Riva vince 5-3 in rimonta

Le doppiette di Scacchi e Spadini, sommate alla rete del ritrovato ‘Cisa’, consegnano una vittoria di carattere alla compagine di Stefano Lippmann.


Tornato in scena tra le mura amiche del San Giorgio dopo la convincente affermazione sul campo dell’Origlio, il Riva di Capitan Spadini ha centrato la seconda vittoria consecutiva contro il neoretrocesso Canobbio per 5 reti a 3. La ‘manita’ inflitta alla compagine luganese è figlia di una prestazione in puro stile ‘Riva’.  Incassate due reti nel giro di un minuto – e ancora nella prima parte della frazione di gioco – la formazione gialloblù ha ridotto lo svantaggio grazie a un rigore, procurato da Scalise e trasformato dal sempre lucido Spadini.

La pausa, come si suol dire, ‘ha fatto bene’ e all’inizio del secondo tempo la ‘musica cambia’. Complice anche l’entrata in campo del debilitato (ma forse nemmeno troppo) Scacchi,  i ‘Gladiatori’ trovano nel giro di pochi minuti il goal del pareggio.
Ricaricati nel morale la squadra alza il ritmo e si guadagna un altro rigore trasformato da Capitan Spadini che si assume la responsabilità di calciare anche il secondo penalty. Tre a due per i padroni di casa e la partita è ribaltata. A quel punto tocca a Kos festeggiare il rientro in campo dopo lungo infortunio. Il classico ‘goal del porco’ questa volta non avviene in area, ma con un tiro da oltre 25 metri che si scaglia contro l’asta e poi, rimbalzando contro l’estremo difensore avversario, finisce in rete.
Nonostante il malessere fisico, Scacchi si conferma in serata di grazia depositando la palla del 5-2, che ha definitivamente lanciato la festa sugli spalti.
Il secondo euro gol del numero 10 avversario a pochi minuti dal triplice fischio non ha comunque frenato l’entusiasmo locale alla seconda vittoria consecutiva.

Domenica prossima, la truppa di Lippmann affronterà il Bioggio in trasferta nella classifica sfida da ‘sei punti’.