Seniori, otto reti e tanto spettacolo al San Giorgio

È finita 4 a 4 la partita di campionato di venerdì scorso tra i Seniori del Riva e quelli del CRI Lugano. Un salomonico pareggio sul quale i padroni di casa, due volte in vantaggio di due reti, hanno qualcosa da recriminare.


È stata la serata di Lippo il guerriero, autore di ben tre reti, ma anche dell’ottimo Davide, portierone dei gialli di casa, che con ottimi interventi ha più volte salvato il risultato. Era la serata delle emergenze per i padroni di casa che dovevano far fronte a numerosi infortuni, soprattutto di natura muscolare. Era la serata in cui i ragazzi di Calanca, degnamente assistito da Sam Civatti “alla transenna”, volevano riscattare la brutta sconfitta della settimana precedente di Sonvico. Le premesse erano comunque buone, grazie anche al rientro di Lippo e Susi, autore di una prestazione tutta cuore e polmoni, degna di essere messa in evidenza; e di Giò, al rientro con goal dopo una lunga assenza. Buona anche la prestazione degli altri giocatori, chi più chi meno (gli acciaccati in campo come il sottoscritto che hanno stretto i denti per la causa), trainati da capitan Robi Vassalli.
La partita inizia con le furie rosse avversarie a far la partita e il Riva a giocare di rimessa. Ed è stata proprio un’azione di contropiede, ben avviata da Susi, a mettere Lippo nelle condizioni di segnare la prima rete dell’incontro. Il doppio vantaggio arriva, invece, dopo una progressione di Lippo che supera in velocità la difesa e insacca a tu per tu con il portiere. A quel punto, però, la reazione degli ospiti mette in ginocchio la difesa rivense che incassa due reti. Si va quindi alla pausa in perfetta e rotonda parità, 2 a 2. Nel corso dei primi quaranta minuti avevamo tra le altre cose assistito all’avvicendamento tra le due validissime punte dei gialli padroni di casa, Andrea Fenomeno per Luca Luke Imerico.

Il secondo tempo inizia con alcuni piccoli accorgimenti di natura tecnica, tra cui il rientro di Giò sulla fascia destra. Grande verve agonistica da entrambe le parti e voglia di chiudere la partita. Ci prova prima il Riva con l’inesauribile Lippo a castigare per il ritrovato vantaggio il portiere avversario. Pochi minuti dopo una grande progressione di Giò con “castagna” conclusiva porta addirittura a due reti di vantaggio per i padroni di casa: 4 a 2. Nel frattempo Mister Cobra disponeva gli ultimi cambi facendo entrare i sempre ottimi Luca (Ferrari) e Tibe.
Nonostante il risultato sembrasse ormai in ghiaccio, prima della fine dell’incontro si è dovuto assistere a ulteriori due reti del CRI Lugano, con le quali prima riducevano la distanza e poi fissavano il risultato sul 4 a 4 finale.
Risultato pirotecnico e otto reti che sicuramente avranno soddisfatto i palati anche quelli più fini degli spettatori (numerosi) presenti al San Giorgio nell’umida serata di venerdì scorso.
Ora testa alla coppa e quindi alla partita, rivincita, con il Morbio che potrebbe rilanciare le ambizioni degli uomini di Mister Calanca. L’appuntamento è per questa sera, martedì, al San Giorgio di Riva (inizio alle 20.30).

(Gigi)