Il Riva stringe i denti, l’arbitro no: a Banco la partita è sospesa

Era tutto pronto : l’obiettivo era infatti quello di dimenticare il prima possibile la sconfitta patita sette giorni prima con il Ligornetto (4 a 2 il risultato finale) e lo sfortunato pareggio con il Porza nel recupero infrasettimanale (1 a 1 con tre legni colpiti). Sabato sera a Banco di Bedigliora la truppa di capitan Spadini voleva lasciarsi alle spalle le precedenti prestazioni e ci è riuscita… per 45 minuti. Contro il Lema la squadra ha evidenziato il potenziale a disposizione, piazzando 3 reti (e un’asta) entro la prima mezzora di gioco, prima di subire la marcatura ospite su punizione. Al 45esimo, rientrati negli spogliatoi, arriva la comunicazione : l’arbitro non riesce più a dirigere la partita a causa di un infortunio (di cui non si conosce la gravità) alla caviglia. Partita sospesa e tutti sotto la doccia.

Che fare ora? La partita – contro ogni logica – verrà rigiocata dal primo minuto con il risultato di 0 a 0. Il regolamento, par di capire, parla chiaro. Resta ora da capire se, al momento della sospensione, sia stata eseguita correttamente tutta la procedura per trovare un arbitro sostitutivo.