Seniori, mai domi!

Bella serata di calcio quella di venerdì al San Giorgio di Riva. I padroni di casa attendevano il Breganzona, squadra tosta che già all’andata aveva dato filo da torcere. La grande novità presentata dalla commissione tecnica dei gialli di Riva è stata sicuramente la disposizione tattica. Head Coach Ivan Cobra e Technical Advisor, Bicio Rezzonico, hanno voluto puntare da subito su quel 4-3-3 già provato per una mezz’oretta in quel di Sonvico qualche settimana e turno fa. Un modulo nuovo, che come tutte le novità poteva essere letto come motivo di apprensione da un lato, ma anche grande stimolo a far bene dall’altro. Gli ulteriori consigli tecnici (fine tuning) di Mister Lippo, hanno sicuramente contribuito a trovare i giusti movimenti in campo, difensivi e offensivi.


Le prime battute sono servite a raggiungere un minimo di equilibrio in campo tra i reparti. E malgrado lo schema non fosse mai stato testato con convinzione prima, il risultato emerso è stato sicuramente più che lusinghiero, con i Seniori padroni di casa a macinare a tratti anche bel gioco. Nonostante le premesse va anche rilevato che a rompere gli indugi in realtà sono stati gli ospiti che dopo una ventina di minuti dall’inizio del match si sono portati in vantaggio: 1 a 0 Breganzona e palla al centro. Lo svantaggio sembrava non aver influito sulla voglia di far bene dei padroni di casa, che hanno ripreso subito a macinare gioco. Ma ancora una volta il destino è sembrato volersi accanire sui ragazzi di Mister Ivan. Un banale infortunio del sempre validissimo Davide, autore per altro di ottimi interventi come sempre, regalava agli ospiti addirittura un 2 a 0 apparso ai più veramente eccessivo. Nel frattempo i tecnici avevano apportato due accorgimenti tattici, in avanti e a metà togliendo i pur giovani e pimpanti Luke Imerico e il sottoscritto. Da notare ed evidenziare comunque una splendida azione di Luke ad inizio gara con un bel diagonale uscito veramente di poco alla sinistra del portiere ospite.
Due a zero alla pausa e squadra catechizzata negli spogliatoi. La ripresa iniziava come si era conclusa, con i gialli padroni di casa alla ricerca ostinata del goal e i ruvidi ospiti a difendersi. C’è voluto proprio l’ennesimo intervento duro della difesa ospite per dare il là all’azione che ha portato al dimezzamento dello scarto. Calcio di punizione al limite sulla sinistra del portiere, palla a Gio Verzino e castagna nel sette avversario. Nulla da fare per l’incolpevole estremo difensore ospite e 2 a 1. Nel frattempo Cobra e Bicio perfezionavano gli ultimi cambi, togliendo il sempre ottimo e generoso (e giovanissimo Andrea Ferrari) inserendo il mai domo fantasista Marcello “Flash” e il roccioso fuoriclasse delle difese, Andrea “Cade”.
Sul 2 a 1 va segnalata la sostituzione di Ceri, che chiedeva alla panchina di poter prendere fiato. A sostituirlo veniva buttato in campo il sottoscritto, che dopo aver contribuito al gioco in mediana nel primo tempo si proponeva come esterno destro d’attacco nel frangente. Proprio dopo pochi minuti dalla sostituzione (non me ne voglia l’ottimo Ceri, generoso e sopraffino nelle sue giocate offensive) il Riva trovava grazie a una percussione di Lippo (salvatore della patria …) la meritata rete del pareggio. 2 a 2 che sarà anche il risultato finale dell’incontro.

In conclusione da segnalare il ritorno, negli ultimi minuti al 4-4-2 per coprire meglio tutti gli spazi e gli ultimi minuti da terzino, sempre del sottoscritto (… per fortuna che Davide non si è infortunato …!), subentrato per dare fiato al generosissimo Tibe, autore di una prestazione di spessore e convincente.
Il finale lo vorrei dedicare al sempre presente Leo, disponibile e vicino alla squadra una volta di più. Grazie Leo e, … last but not least complimenti per i due tecnici, Ivan e Bicio, coraggiosi condottieri di un grande gruppo: bravi!

(Gigi)