L’avvio sprint dei ‘Gladiatori’ condanna il Bioggio

Lo scorso sabato il Riva San Vitale ha sconfitto il Bioggio per 3-1 davanti agli occhi dei propri fedelissimi, allungando così la propria striscia di risultati utili consecutivi. L’avvio sprint dei ‘Gladiatori del lago’ ha portato immediatamente i frutti sperati. Infatti, già al primo minuto di gioco gli uomini di Lippmann si sono portati in vantaggio grazie al rigore trasformato da ‘Gil’ Vassalli, abile a insaccare dagli undici metri la massima punizione procurata dal ‘Gallo’ Livi.

Con il ‘Cap’ assente è ancora Fazliu a indossare la fascia da capitano. Il membro della vecchia guardia gialloblù corona l’ottima prestazione siglando la rete del 2-0, ancor prima dello scoccare del decimo minuto di gioco. Ostilità chiuse? Macché. Il Riva dimostra, ancora una volta, di essere il peggior avversario di sé stesso. Agonismo e concentrazione lasciano spazio a troppa libertà e poco cinismo.

Il Bioggio ringrazia e prende coraggio, trovando la meritata rete del 2-1, nel corso della ripresa, che riaccende le speranze della formazione luganese. Capito il momento negativo, Santini e compagni riescono, però con lucidità, a spingersi ancora in avanti. L’occasione per chiudere i giochi arriva ancora dagli undici metri. Dal dischetto si presenta ancora l’autore dell’1-0 che questa volta di lascia iptonizzare dal portiere avversario, vedendosi neutralizzare il tiro.

Senza perdersi d’animo è Kos a suonare la carica ai locali. Dapprima il numero 31 si vede annullare una rete di testa. Qualche istante più tardi il centrocampista goleador si rende giustizia mettendo in rete il definitivo 3-1, scaturito da una punizione dal limite procurata dal ‘solito’ Livi.

(RiVa)

Fc Riva – Bioggio: 3-1 (2-0)

Reti: 1′ F. Vassalli (1-0), 7′ Fazliu (2-0), 68′ Bottani (2-1), 90′ Kos (3-1)

Formazione: Brenna, Mantegazzi (Castelletti), Fazliu, Mombelli, R. Vassalli, M. Santini, Kos, Piffaretti (Padula), Scacchi (Spadini), F. Vassalli (Miglietta), Livi (Bernaschina)