Seniori, tre punti con l’aiuto di Santo… Domingo

Ebbene si, questa volta i gialli Seniori di Riva hanno vinto soffrendo, espugnando l’enorme, quanto difficile campo di Morbio Inferiore, grazie ad un rigore magistralmente trasformato da Robi Vassalli, reduce, con Capitan Abramo Civatti, da una bellissima vacanza a … Santo Domingo.


L’ottima commissione tecnica ospite, costituita da Mister Ivan Calanca (Head Coach) e Bicio Rezzonico (Technical Advisor) non rinuncia a giusta ragione, alle proprie ideologie calcistiche, preferendo il collaudato 4-4-2 ad un più rischioso 4-5-1 che avrebbe forse coperto maggiormente l’ampia superficie del campo, ma di contro avrebbe esposto la squadra ad un modulo mai provato prima. Ci vogliono alcuni minuti affinché il Riva riesca a prendere le giuste misure al terreno di gioco. Largo a sufficienza per poter sviluppare gioco con tranquillità, ma altrettanto lungo da dover comportare doppi sforzi per rincorrere gli avversari in fase di contenimento.
Le redini del gioco passano subito nelle mani degli arancioni padroni di casa con gli ospiti a contenere. Il Riva, con il passare dei minuti prende forza e coraggio iniziando a tessere qualche interessante trama offensiva. Bisognerà comunque attendere la metà del primo tempo per assistere al primo tiro in porta dei padroni di casa, sventato con uno splendido quanto spettacolare colpo di reni del “sempre verde” Davide. La replica dei gialli ospiti non tarda ad arrivare, con una bellissima azione sviluppata sulla fascia sinistra e conclusa con uno splendido tiro al volo di Lele Pozzi, di poco sopra la traversa. Pochi minuti dopo bisognerà registrare il forfait forzato dell’ottimo Tiz Negri, già fisicamente non al meglio, per un dolore persistente alla gamba. L’entrata in materia del sostituto Tibe Albonico si dimostra subito efficace. Grandissima concentrazione e ottimo presidio della fascia di sua competenza!
Poco prima della fine del tempo va segnalata un’ottima occasione per gli ospiti che purtroppo si infrange sul palo alla sinistra del portiere. Peccato, avrebbe forse meritato maggior fortuna. Zero a zero alla fine del primo tempo e prime sostituzioni nella pausa. Da segnalare il rientro di Capitan Abramo che per l’occasione aveva ceduto la fascia all’inesauribile perno del centrocampo Lele Pozzi.
La ripresa inizia al ritmo della stessa litania del primo tempo, con i padroni di casa alla ricerca di una timida supremazia e gli ospiti ad arginare. La partita scorre senza note particolari di merito (anche se al netto vi sono alcune occasioni mal concretizzate dai padroni di casa) fino al fallo di mano nell’area del Morbio che obbliga l’arbitro dell’incontro a fischiare il tiro dagli 11 metri (penalty per gli anglofoni, penanti per i nostalgici dei campi periferici del nostro Cantone). E qui, come anticipato ad inizio articolo interviene Santo… Domingo, che ci restituisce un rigenerato Robi Vassalli, il quale spiazza il portiere portando il risultato sull’1 a 0. Che rappresenterà anche il risultato finale della gara.
Il Riva resta aggrappato al terzo posto in classifica tenendo a debita distanza il Rapid Lugano. Gli elogi finali questa volta sono parecchi, dall’enorme prestazione di Davide, autore di mirabolanti interventi, alla splendida prestazione difensiva di Enea autore di importantissimi interventi (spesso riparatori), all’ottimo rientro di Gio e Abramo, fino all’importantissimo lavoro delle due punte, Lippo e Ceri, autori di una prestazione notevole, tutta corsa e sacrificio.
In generale comunque bravi tutti!
Vorrei in conclusione evidenziare l’ottima tenuta fisica della squadra, che nonostante le dimensioni del terreno di gioco hanno ottimamente retto il confronto con i propri avversare maggiormente abituati ai metri in più.

(Gigi)