Un’altra vittoria importante quella di venerdì sera, ottenuta dai ‘gialli’ seniori di Riva sull’ostico terreno di Sonvico. Le promesse non erano delle più semplici, viste le importanti assenze del capitano Abramo e di bomber Robertino Vassalli, entrambi in ferie in quel di Santo Domingo (beati loro!). Il Mister, Ivan ‘Cobra’ Calanca e il suo advisor tecnico, Fabrizio ‘Bicio’ Rezzonico, hanno fatto i miracoli per mettere in campo una formazione competitiva.

Spicca subito all’occhio, l’arretramento al ruolo di regista di centrocampo di bomber Lippo nel 4-4-2 iniziale. Il ruolo di attaccanti viene lasciato a Fenomeno Andrea e a velociraptor Ceri. Altro elemento di nota è l’aver voluto inserire un giocatore di ‘esperienza’ per ruolo, dal giovanissimo portiere Davide, autore peraltro di alcuni interventi al limite del miracoloso, al sempre verde terzino sinistro Luca, sino al sottoscritto, trottolino di fascia e a Fenomeno Andrea, un’autentica spina nel fianco delle difese avversarie!
Le fasi iniziali del match si caratterizzano per il grande equilibrio e la grande fiscalità dell’arbitro, purista della corretta esecuzione delle rimesse laterali. Si capisce subito come il direttore di gara voglia dimostrare di avere la partita sotto controllo, tanto da non avere esitazioni nell’espellere il terzino dei padroni di casa, per una serie di epiteti rivoltigli dopo l’ennesima interruzione di gioco. La decisione dell’arbitro cambierà inequivocabilmente gli equilibri dell’incontro, con gli ospiti di Cobra e Bicio a fare la partita. Ma come spesso accade in queste circostanze, quando meno te lo aspetti, sono i padroni di casa a passare in vantaggio, nonostante l’inferiorità numerica. La dinamica del goal, resta ancora oggi inspiegabile. Un cambiamento di decisione, quella arbitrale, degna dei migliori salotti politici! Il Riva era infatti pronto per una punizione a proprio favore quando improvvisamente l’arbitro l’assegna al Sonvico padrone di casa, che infila.
La reazione degli ospiti non si fa comunque attendere. Già alcuni errori sotto porta lasciavano intendere la volontà di reagire del Riva. Ottima l’azione del pareggio con Lippo che lanciava rasoterra Ceri che in diagonale infilava l’incolpevole portiere locale. Tutti alla pausa, dunque, sul risultato di 1 a 1.
Il Riva inizia il secondo tempo con grande intensità e un innovativo quanto dispendioso 4-3-3, come richiesto dai tecnici negli spogliatoi. Ci vorranno però alcuni minuti, altrettanti cambi e qualche occasione sprecata per vedere Lippo, tornato al naturale ruolo di punta incontenibile, infilare finalmente il meritato vantaggio degli ospiti. Da notare nel frattempo, purtroppo, gli infortuni dell’ottimo Fabietto, dell’esperto Tiz e del generosissimo Trive, a cui auguriamo una pronta guarigione e, il necessario ritorno al più prudente 4-4-2 iniziale. Ci sarebbe da aggiungere un quasi stiramento del sottoscritto, fortunatamente rientrato.
Alla fine sarà ancora Lippo a siglare la rete del 3 a 1 con una poderosa azione che lo porta a saltare un pietoso tentativo disperato del difensore avversario di volerlo falciare e a scardinare la porta avversaria con una tremenda staffilata da inizio area.
Seconda vittoria del 2017 dei gialli seniori del Beato e grande entusiasmo della squadra che resta aggrappata al secondo posto in solitaria.
Concludo con un ringraziamento speciale al nostro Robocop, sostegno morale fondamentale per i ragazzi, sia in casa che in trasferta. Una presenza la sua apprezzatissima e importante. Grazie Andrea!

(Gigi)