La voglia di vincere del Rapid Bironico, sabato sera, ha prevalso. Forti del doppio vantaggio alla pausa, i Gladiatori del lago sono crollati sotto i colpi degli avversari a inizio secondo tempo. Finisce 4 a 3 per i ragazzi della Gesora. Riportiamo il fedele commento alla partita di Daniele Maini (Fc Bironico), apparso su Chalcio.com.

Sabato sera al Campo Gesora di Bironico si è presentato il Riva, stazionato nelle zone alte della classifica. L’inizio di partita ha offerto alcune azioni per parte, che si sono sviluppate senza pericoli di rilievo per i due estremi difensori.

I ragazzi di Rocchi, rimaneggiati e con assenze importanti in difesa, non riescono a giostrare azioni di rilievo.

Al sesto minuto, grazie a un gran tiro da fuori area partito dal piede di Santini, la squadra di Lippmann si porta in vantaggio. Una certa flemma e il gol subìto fanno sì che la partita inizi in salita per il Bironico. Nel frattempo la partita scorre veloce senza proporre spunti pericolosi da entrambe le parti.
Un’azione di contropiede finalizzata da una rasoiata di Francesco Vassalli permette agli ospiti di concludere il primo tempo sul 2-0.

I ragazzi della Gesora rientrano dalla pausa con un altro spirito e subito dimostrano grinta e voglia di girare la partita.
Dapprima con Zukanovic (subentrato da una manciata di minuti) al 49’ e, successivamente, con Marcis al 51’, il Bironico porta i suoi sul 2 a 2, ma sembra non accontentarsi di un pareggio, continuando a spingere per mettere a referto altre reti. Azioni ficcanti, pressing alto e alcuni cambi in attacco hanno dato nuova linfa e grinta ai ragazzi di Rocchi. Dopo due ammonizioni rimediate da Zucchetti e Cassina, ci pensa Francesco Fontana a siglare il punto del 3-2 grazie a un tiro telecomandato nel sette (lato chiesa Gesora, per chi conosce il campo), scatenando la gioia dei sostenitori di casa.
Ma l’episodio saliente dell’incontro deve ancora arrivare: all’83esimo minuto Marcis propone un affondo sulla fascia sinistra, culminato con un cross sul secondo palo raccolto da Demartini, che offre al pubblico una spettacolare rovesciata che va ad infilarsi nel sette (sempre lato Chiesa); tutti i presenti, compresi gli avversari, sono concordi nell’affermare che si è trattato di un eurogol di quelli che si possono vedere non solo nelle grandi competizioni, ma anche nel nostro calcio regionale (tuttavia la Gesora, a detta degli affezionati, ha visto pochi gol di simile caratura).
Finale di partita al cardiopalma, con mister Lippmann che sveste negli ultimi minuti i panni dell’allenatore per mettere quelli da centravanti scafato e, come al solito contro i “boys della Gesora”, segna il definitivo 4 a 3 infilando con un perfido diagonale il povero Oleggini. I “gladiatori del lago”, rinvigoriti dalla marcatura del loro allenatore, mettono sotto assedio i padroni di casa per riuscire a strappare almeno un punto; tuttavia è il Bironico, con Fontana nello specifico, ad avere tra i piedi la rete della sicurezza che non arriva, ma il risultato non cambia.

 

(Daniele Maini)