La rimonta vale tre punti

Punti pesanti per il Riva, che al San Giorgio ha trovato la seconda vittoria consecutiva in campionato. Tra le mura amiche i momò hanno sconfitto per 2-1 il Boglia Cadro, che arrivava sulle rive del Ceresio forte della miglior difesa del torneo. Come contro l’Origlio, i ragazzi di Lippmann hanno avuto la bravura di ribaltare il risultato, concedendo poco agli ospiti. In classifica i Gladiatori del Lago accorciano a -6 sulla capolista Melide, fermata sul pari dal Malcantone. Buona la prova offerta dai gialloblù, specie in avvio, quando hanno costretto gli avversari sulla difensiva. Giovedì di nuovo in campo a Melano, per il sentitissimo derby contro il Rovio. Fischio d’inizio ore 20h30.

In più che dubbia posizione di fuorigioco e contro l’andamento del gioco, Sousa ha trovato lo 0-1 al 13′, colpendo alla prima occasione avuta. Metabolizzata la doccia fredda, i locali hanno ripreso a macinare gioco, rendendosi pericolosi specialmente grazie ai bicipiti di Fazliu e alle sue rimesse. Proprio sugli sviluppi di una di queste, Da Silva ha messo a segno il suo secondo gol del ritorno con un colpo di testa ravvicinato che ha dato maggiore animo ai suoi.

Sotto gli occhi del Presidentissimo Lecci, Donini e compagni sono rientrati in campo nella ripresa con le idee un po’ annebbiate. Un po’ arruffoni e poco puliti nelle giocate, i padroni di casa hanno accusato, in entrata, la manovra della compagine allenata da Gianinazzi, che non è mai però riuscita a impegnare seriamente Casellini. Dall’altra parte Cetrangolo, autore di alcuni interventi degni di nota, ha compiuto una prodigiosa parata su Spadini, alla sua prima presenza nel girone di ritrono. Quando l’1-1 sembra dover resistere sino al termine, ecco che l’appena entrato Amanel ha trovato il punto del 2-1 al 39′, infilando la palla in fondo al sacco dopo una respinta.

(Godot)