Al San Giorgio erano ormai un paio d’anni che non si viveva uno scontro al vertice. A far visita ai Gladiatori del Lago, ieri (domenica), il Canobbio, seria pretendente alla vittoria del campionato in corso.

La partita – arbitrata da Micio Valtulini – si inserisce fina da subito nei binari giusti. Dopo soli 31 secondi, l’ormai collaudatissimo schema su rimessa laterale porta in vantaggio i gialloblù. A raccogliere il potente ‘traversone’ di Fazliu è Maia Kos, lesto a insaccare di testa inserendosi sul secondo palo. Pronti-via, dunque, e per la settima volta su dieci partite di campionato il Riva si trova in vantaggio nei primi 10 minuti della contesa. La doccia fredda sveglia subito gli avversari, quel Canobbio capace di ordire buone trame di gioco che però si scontrano contro una difesa rivense attenta. A creare i maggiori grattacapi è l’esterno sinistro del Canobbio, veloce e tecnico al punto da obbligare Donini & Co. a commettere più falli per fermarlo. Al 34esimo, però, ecco il raddoppio. E ancora una volta su rimessa laterale. Ci pensa Castelletti a cercare gli attaccanti in area e, dopo la più classica delle ‘spizzicate’, è ancora Maia Kos a infilare il portiere avversario.

Il secondo tempo ricomincia sulla falsa riga di quanto visto nei primi 45 minuti: Canobbio più tecnico e arrembante, Riva che si oppone con grinta e abile nelle ripartenze. Tant’è che proprio sugli sviluppi di quest’ultime il Riva si rende pericoloso, senza tuttavia siglare il goal che metterebbe la partita al sicuro. Ed ecco che al 56esimo i gialloblù decidono di complicarsi la vita e su un innocuo retropassaggio di testa di Mazzetti, Marrarosa pecca di leggerezza e raccoglie il pallone… in fondo alla rete. Una segnatura che dà la carica agli avversari e che condanna il Riva a soffrire fino al 90esimo. Fisicità e organizzazione tattica permettono però di limitare le sortite avversarie, fissando così il risultato sul 2 a 1.

Una vittoria, quella ottenuta ieri, che permette ai gialloblù di issarsi al secondo posto in classifica (con 21 punti), a una sola lunghezza dall’appunto capolista Canobbio. Testa ora al derby con l’Insubrica che avrà luogo venerdì sera alle 20.30 a Novazzano. Uno scontro d’alta classifica, visti i 17 punti racimolati dagli avversari (con una partita ancora da recuperare).

(Sli)