Seniori: Sotto il diluvio di Cugnasco ruggiscono i giovani leoni del Riva

L’ennesima serata di successo per i Seniori del Riva nasce sotto i peggiori auspici. I numerosi infortuni di alcuni pilastri, varie defezioni, le abbondanti piogge e le difficoltà nel trovare il campo da gioco hanno fatto temere il peggio sin da subito. Il fischio d’inizio era atteso per le 20.15 e alle 19.15 la carovana di automobili partite dal Mendrisiotto si arrampicava per i monti sopra Gudo … Per fortuna tutto è finito bene e pochi minuti dopo, la comitiva, ritrovata la retta via e il campo, si preparava puntuale per la partita decisiva per il mantenimento di quel primo posto difficile da pronosticare a inizio stagione. Nota di colore ad impreziosire ulteriormente le difficoltà iniziali, il radar che come una strobo anni ’80, si è messo a lampeggiare al passaggio del veicolo di chi scrive, all’altezza di Gudo. Poco male, da una prima verifica, sembra che in realtà l’eccesso contestato possa essere veramente esiguo (spérém …!).


La formazione disegnata per l’occasione dai Mister Bjarne e Robocop appare subito motivata, nonostante nelle gambe vi fossero ancora le tossine provocate dallo sforzo dell’amichevole di due giorni prima con i veterani del Mendrisio. La Commissione Tecnica decide di puntare tutto sull’esperienza, mettendo la copia Icio e Fenomeno nel ruolo di punte avanzate o arieti d’area. Fiducia immediatamente ripagata proprio da una bella rete da opportunista d’area di Icio propiziata, guarda caso proprio da … Fenomeno Andrea. Nel frattempo, il terreno sempre più scivoloso a causa delle abbondanti piogge che nel frattempo si stavano abbattendo sulla ridente Cugnasco, rende sempre più difficile ogni velleità tecnica e soprattutto il controllo della palla. Proprio le improbabili condizioni del terreno faciliteranno pochi minuti dopo, il goal del pareggio dei padroni di casa. Ma il Riva, in tenuta completamente bianca (marrone alla fine delle ostilità), non ci sta e poco prima dello scadere della prima frazione di gioco, sempre grazie ai suoi esperti attaccanti ristabilirà le distanze. Ad insaccare ci pensa Fenomeno, con uno splendido diagonale da posizione quasi impossibile. Da notare poco prima una bella scorribanda di Marco “Case” infrantosi (lui più che il pallone …) sugli stinchi del poderoso portiere Sopracenerino.
Prima del fischio di metà partita viene sostituito un ottimo Luca Ferrari con il più fresco Marzietto.
Si va alla pausa sul due a uno per i bianchi (già caffè latte … ) del Riva. Nello spogliatoio i Mister Bjarne e Robocop decidono alcuni cambi. Rinverdendo il prolifico attacco, con gli inserimenti di Giglia ed Emanuele. Si riparte proprio quando il Dio Pluvio decide di dare pieno sfogo alle sue frustrazioni. Le prime azioni della ripresa dimostrano subito una buona condizione e tenuta dei guerrieri del Riva nonostante le sempre più avverse condizioni metereologiche. Il terzo goal per gli ospiti non tarda ad arrivare. Si tratta in realtà di un clamoroso autogoal su ottimo calcio d’angolo battuto da Case.
Sul tre ad uno i Tecnici del Riva sostituiscono uno stremato Flash con lo scalpitante Tibe, reduce da una bella prestazione il mercoledì prima con il Mendrisio.
Si continua a pieno ritmo, forse anche troppo, tanto che chi scrive proprio durante uno scatto sulla fascia sinistra, rimedia uno stiramento alla coscia della gamba destra e dovrà essere sostituito dal povero Flash che nel frattempo, aveva già messo mezzo piede e non solo … in doccia …!
Passano pochi minuti e finalmente arriva anche la prima e tanto attesa rete di Emanuele Tacchinardi, direttamente da calcio d’angolo magnificamente battuto. E sono quattro.
A risultato acquisito tra le file dei Gladiatori di Riva ha cominciato a prevalere la stanchezza, tanto che prima del fischio finale, i padroni di casa sono riusciti a segnare due ulteriori reti avvicinandosi pericolosamente al pareggio, senza però riuscirvici.
Da rilevare infine, oltre al solito generoso contributo del nostro Pres, Igor, autore per altro di una magnifica rete nell’amichevole di mercoledì sera, l’attesissimo esordio ufficiale in campionato del nostro Leo, entrambi subentrati negli ultimi minuti di gioco.
Bravi, bravi tutti, presenti, infortunati (ultimo in ordine di tempo il povero Gian, proprio prima del fischio finale …) ed indisponibili. La forza del gruppo sembra essere la carta vincente dei Seniori in questo campionato. E onore ai vinti, che se non altro potranno consolarsi con le numerose minestre di zucca che alimenteranno la loro mensa nei prossimi mesi, visto il ritrovamento a Cugnasco dell’enorme vegetale (50kg) proprio nel fine settimana!

(Gigi)