I Seniori del Riva non possono più nascondersi! Un inizio così esaltante non lo si vedeva da tempo e tutto lascerebbe pensare a una squadra costruita con ambizioni, per puntare in alto, fino alla promozione nel calcio che …. conta, quello del gruppo … Promozioni! Categoria che permetterebbe ai “gialloblu” di Riva di ritrovare finalmente anche qualche compagine del Mendrisiotto in più, come è capitato martedì, durante il turno infrasettimanale di coppa, giocato sul “neutro” di Arogno, in attesa che il San Giorgio si vesta a festa, dotandosi del  regolare impianto d’illuminazione tanto atteso. Avversario di prestigio era il Morbio, squadra appunto di categoria superiore, che ha ben iniziato la propria stagione nel Gruppo Promozioni, con un pari e una vittoria.

Impegno ostico ma ben affrontato dai “ragazzi” del duo Bernasconi-Ponti, che hanno iniziato la gara con il piglio giusto, auspicato anche nel commento all’ultima partita di campionato e che, sino a quel momento era sembrato un po’ difettare soprattutto nei primi minuti delle gare finora affrontate. Buon calcio con diverse occasioni anche se poi purtroppo ha prevalso la maggior esperienza e freschezza degli avversari che hanno saputo approfittare al meglio di un calo dei ragazzi del Riva, oltre che di un rigore, ai più apparso generoso. Finisce due a zero per il Morbio con l’addio anticipato dalla prestigiosa competizione infrasettimanale da parte dei gialloblu del capitano Abramo Civatti. Peccato. Vorrà dire che forze e risorse verranno dedicate interamente al campionato.
E la conferma non ha tardato ad arrivare. Venerdì i Seniori del Riva si sono presi la soddisfazione di battere in trasferta i primi in classifica, il GC Carassesi.
Su un campo magnifico, i gialloblu di Bernasconi e Ponti, con una prestazione d’orgoglio e concretezza hanno ottenuto i primi tre punti in trasferta, piazzandosi al primo posto della classifica di categoria, in solitaria! Una vera battaglia che ha visto subito i Carassesi portarsi all’attacco macinando gioco nella speranza di chiudere anzi tempo la gara. Ma il Riva non è stato certo a guardare. Guidati da un Giovanni “Giova” Bernaschina in grande spolvero (ottima la sua prestazione sia in interdizione che in costruzione), supportato a centro campo dal solito Stefanone in formato Spiderman, i gialloblu, una volta prese le misure ai propri avversari e vinta l’iniziale “timidezza” hanno cominciato a macinare gioco ed azioni. Splendida la prima rete di Giova, a metà del primo tempo, il quale dopo aver recuperato un importante pallone a metà campo “uccellava” il portiere avversario con un’autentica perla per bellezza e potenza. Uno a zero. Il tempo di ripartire e subito una bellissima azione sull’asse Marzio, Gigi, Giova e ancora, Gigi, con cross di quest’ultimo per la testa di Emanuele che serviva un ottimo pallone a Lele Pozzi, capitano per l’assenza di Abramo, al quale veniva annullata la rete: per l’arbitro Pozzi era infatti in posizione di fuorigioco. Peccato.
Ad inizio del secondo tempo, i Seniori del Riva si presentavano con una formazione parzialmente rimaneggiata, con un centrocampo formato quasi integralmente da centrocampisti centrali ed una punta veloce e possente fisicamente quale il neo diplomato giornalista Lippo (complimenti!). La prima impressione scaturita dal campo era però quella di una squadra provata fisicamente, i Carassesi, i quali sembravano aver perso la lucidità della prima frazione di gioco, forsanche per via degli sforzi profusi nei primi 40 minuti. A ciò si aggiunga la splendida prestazione di tutta la difesa guidata dal solito Roberto Vassalli ben assistito al centro da un “granitico” Tibe e sulle fasce da Marcello “Flash” (a destra) e Marzio (a sinistra). A metà della ripresa da notare uno spiacevole quanto assolutamente involontario scontro di gioco tra Emanuele attaccante del Riva lanciato verso la porta avversaria ed il portiere dei Carassesi. Da quest’episodio la partita si faceva nervosa. Almeno fino alla rete del due a zero ad opera di Lippo, abile con un “tocco di fino” a bucare l’incolpevole portiere. La partita finiva praticamente lì per la gioia dei gialloblu e la resa dei Celtic Carassesi (la loro maglia ricordava quella della nota squadra scozzese dei Celtic Glasgow).
Di menzioni e note di merito ne sono già state fatte tante nel corso dell’articolo, ma due in particolare vanno citate, la prima giustamente va al nostro Pres, presentatosi al campo con l’intenzione di assistere nelle sue vesti di massima autorità dirigenziale e trovatosi, suo malgrado, in braghette e maglietta ufficiale, pronto all’uso. Grazie per il tuo ecclettismo e disponibilità Igor! La seconda alle bistecche buttate sulla griglia dai Carassesi a fine partita. Impressive come avrebbero detto in … Scozia.
Il Riva si gode ora un turno di riposo, durante il quale avrà il tempo di recuperare gli infortunati, perfezionare schemi e condizione. Forza allora che il bello deve ancora arrivare!

(Gigi)